Uno studio Xerox rivela: il settore del retail riconosce la necessità di eliminare offerte poco interessanti.

Secondo uno studio Xerox, azienda basata sui servizi e guidata dalla tecnologia, il 91% dei rivenditori prevede che, entro due anni, le analisi dei Big Data saranno la chiave per raggiungere un maggior coinvolgimento e soddisfazione dei clienti.

Milano, 11 dicembre 2015 – La maggioranza dei retailer in Europa (91%) prevede che, nel corso dei prossimi due anni, un migliore impiego dell’analisi dei Big Data porterà a un maggiore coinvolgimento dei clienti nei punti vendita e all’interno dello spazio destinato ai consumatori.

In un momento in cui la competizione tra retailer online e offline è in continuo aumento, non sorprende constatare che quasi due terzi (60%) delle imprese – secondo uno studio commissionato da Xerox a Forrester Consulting- stanno cercando di sviluppare offerte su misura per il cliente in modo da generare maggior business.

Per raggiungere questo obiettivo, il 43% delle organizzazioni dei retailer e dei consumatori intende utilizzare le informazioni generate dai Big Data per costruire, in tempo reale, offerte di marketing contestuali e mirate. Nei prossimi dodici mesi, il 41% prevede di utilizzare questi dati per generare inoltre migliori esperienze di shopping on-line.

I piani più urgenti per l'utilizzo dei Big Data nell'immediato futuro sono:

  • Migliorare il coinvolgimento del cliente fornendo una 'visione unica' del consumatore attraverso più canali. Nei prossimi dodici mesi, oltre la metà (53 %) integrerà un maggior numero di dati sui clienti all’interno dei propri call center, permettendo così agli addetti di poter rispondere in maniera più adeguata.
  • Il 51% desidera utilizzare i Big Data per una maggiore coerenza nella fornitura della merce su tutti i canali: i clienti quindi possono ricevere le stesse informazioni e offerte sui prodotti, a prescindere se si scelga di fare acquisti in negozio, online o tramite i social network.

Questi sono i risultati generati dal coinvolgimento di 70 grandi imprese del settore del retail e dei consumatori a uno studio di ricerca più ampio condotto da Xerox, dal titolo 'Big Data in Western Europe Today’. Lo studio analizza le opportunità che si ricavano dall’incorporare una chiara strategia di Big Data nel mondo aziendale per fornire offerte che siano sempre più in linea con quanto richiesto dal cliente.

"Certamente le organizzazioni aziendali e dei consumatori riconoscono che il valore degli insight generati dai dati possa migliorare il lavoro per le imprese sia dal punto di vista della customer experience sia in relazione al loro business". Dichiara Craig Saunders, direttore del Google Analytics Resource Center presso Xerox Consulting e Analytics Services". “I Big Data vantano un ruolo fondamentale nel rivelare insight preziosi sui singoli consumatori, generando così informazioni in grado di condizionare il successo o fallimento di un’azienda nella sfida verso la conquista della fedeltà del cliente".

Xerox

Xerox sta contribuendo a cambiare il modo in cui il mondo lavora. Attraverso l’expertise nei settori dell’imaging, dei processi aziendali, dell’analytics, dell’automazione e grazie agli insight incentrati sugli utenti, riprogettiamo il flusso di lavoro per garantire maggiori livelli di produttività, efficienza e personalizzazione. Operiamo in 180 paesi e abbiamo più di 130.000 dipendenti in grado di creare innovazioni significative e fornire servizi per i processi di business, prodotti per la stampa, software e soluzioni in grado di fare davvero la differenza per i nostri clienti e per i loro clienti finali. Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito www.xerox.it

Xerox S.p.A

Julia Cozzi

Xerox S.p.A., Public Relations

Tel. 02.50989.1

E-mail:julia.cozzi@xerox.com

Per ulteriori informazioni:

Barbara Papini / Chiara Laudicina / Arianna Bonfioli

FleishmanHillard Italia

Tel. 02.318041

E-mail: barbara.papini@fleishmaneurope.com

E-mail: chiara.laudicina@fleishmaneurope.com

E-mail: arianna.bonfioli@fleishmaneurope.com

Xerox®, Xerox and Design® e ConnectKey® sono marchi registrati Xerox negli Stati Uniti e in altri paesi.

1Informazioni sullo Studio

Definizione: Forrester definisce i Big Data come un insieme di metodologie, processi, architetture e tecnologie dove, oltre alle tecniche standard utilizzate per l’analisi dei dati, è richiesto un utilizzo di hardware specifico, algoritmi, conoscenze o processi per gestire dati,  di grande volume, rapidità e varietà al fine di ottenere valore. In questo studio, dal titolo " Big Data in Western Europe Today ", Forrester ha condotto un sondaggio online su 330 senior business (CEO, responsabili HR, Finanza e Marketing) e su responsabili IT, High Tech, aziende di servizi finanziari e industriali in Belgio, Francia, Germania, Paesi Bassi e Regno Unito. Lo studio è stato completato nel mese di gennaio del 2015.

Lo studio fa riferimento a gruppi di “maturità dati” »: i Datavanzati, Data-esploratori e Ritar-data-ri. Questi gruppi sono stati definiti classificando gli intervistati in base alle risposte che fornite a una serie di dichiarazioni sulle loro conoscenze e competenze in termini di big data e analyticsIl report complete sullo studio Xerox può essere scaricato da qui: http://xerox.bz/1cADdoU