L’edizione 2015 del Citizenship Report di Xerox conferma l’impegno dell’azienda nell’aiutare il mondo a lavorare meglio

MILANO, 25 novembre 2015 – L’epidemia di Ebola scoppiata in Africa Occidentale e segnalata per la prima volta nel marzo 2014 si è presto trasformata nel peggiore episodio mai registrato dalla scoperta della malattia, avvenuta nel 1976. Lo scorso anno,  Xerox Foundation, che investe ogni anno 13,5 milioni di dollari nel settore no-profit ha donato 100.000$ all’Ebola Relief Fund, fondato dall’organizzazione Save the Children. Tecnologie come la soluzione Maven, realizzata dall’azienda Consilience Software, una compagnia di Xerox hanno inoltre contribuito a semplificare il processo di monitoraggio e contenimento della diffusione di patologie come l’Ebola in zone  come la città di New York, così da ridurne le possibilità di contagio.

La duplice risposta di Xerox, azienda basata sui servizi e guidata dalla tecnologia, a una simile condizione umanitaria critica  è solo una tra le tante iniziative approfondite all’interno dell’edizione 2015 del Global Citizenship Report di Xerox, recentemente pubblicato online. In occasione del decimo anno di pubblicazione, il report illustra gli sforzi compiuti dall’azienda, che da sempre dimostra un impegno costante nell’ambito della responsabilità sociale, per aiutare il mondo a lavorare meglio, in maniera più responsabile e intraprendente; inoltre, fornisce insight su come Xerox continui a supportare il mondo delle aziende in molteplici ambiti, tra cui la diversità, l’etica e la sostenibilità ambientale.

“Fin dalla nostra fondazione, avvenuta più di un secolo fa, abbiamo sentito la necessità di contribuire concretamente e positivamente non solo nelle comunità in cui operiamo, ma anche nel mondo”, ha affermato Ursula Burns, Presidente e Amministratore Delegato di Xerox. “Lo stimolo ad agire in questo senso deriva dai valori e dagli ideali di integrità morale, innovazione ed eccellenza che da sempre guidano questa azienda”.

Tra gli aspetti evidenziati all’interno del Global Citizenship Report di quest’anno, si segnalano in particolare:

  • Dal 2010, le emissioni dirette e indirette di gas serra sono diminuite del 32%; tali riduzioni sono il risultato di una maggior efficienza energetica, migliori pratiche per la gestione dell’energia e l’impiego di nuove tecnologie. Questa settimana, Xerox ha consolidato il suo impegno a lungo termine nell’ambito della sostenibilità ambientale con la firma di un impegno ufficiale, ratificato dalla Casa Bianca, nell’utilizzare ulteriori misure per ridurre i gas serra e investire in energia pulita.
  • Xerox si è posizionata al quarto posto nella classifica “100 Best Corporate Citizens”, realizzata dal Corporate Responsibility Magazine, sulla base delle sue performance a favore dell’ambiente, delle relazioni tra dipendenti, della finanza, della governance, dei diritti umani e della filantropia.

 

  • Nel 2014, più di 2.500 organizzazioni no-profit, college e università hanno ricevuto finanziamenti diretti da parte di Xerox Foundation tramite borse di studio, fondi e attività di coinvolgimento delle comunità.
  • Xerox continua a fare ampio ricorso all’esperienza e alla creatività garantita da una forza lavoro equilibrata e varia. Negli Stati Uniti, il 55% dei dipendenti sono donne, così come sono donne il 27% dei manager esecutivi e senior.
  • Nel 2014, Xerox ha migliorato fino al 93% la sua gestione dei rifiuti solidi non pericolosi, registrando così di un punto percentuale in più rispetto al 2013. L’azienda ha quindi fissato un nuovo obiettivo: raggiungere il 100% di rifiuti riutilizzati/riciclati entro il 2020 negli stabilimenti, prendendo come anno di riferimento il 2009.
  • Avendo raggiunto l’obiettivo aziendale di riduzione del 21% del consumo di acqua tra il 2009 e il 2014, Xerox si è data un ulteriore scopo: ridurre tale consumo del 35% entro il 2020. Nel 2014, inoltre, il consumo dell’acqua è già diminuito del 28% rispetto agli obiettivi posti per il 2020.

Questi sono solo alcuni esempi di quel che Xerox sta facendo per promuovere un programma civico olistico che apporti benefici alle persone, alle comunità e al pianeta, e che inoltre crei valore per i propri dipendenti nonché per i suoi clienti e azionisti. Per consultare il report e ottenere maggiori informazioni sulle attività implementate da Xerox a favore della cittadinanza, è possibile visitare il sito http://www.xerox.com/citizenship-2015

Xerox

Xerox sta contribuendo a cambiare il modo in cui il mondo lavora. Attraverso l’expertise nei settori dell’imaging, dei processi aziendali, dell’analytics, dell’automazione e grazie agli insight incentrati sugli utenti, riprogettiamo il flusso di lavoro per garantire maggiori livelli di produttività, efficienza e personalizzazione. Operiamo in 180 paesi e abbiamo più di 130.000 dipendenti in grado di creare innovazioni significative e fornire servizi per i processi di business, prodotti per la stampa, software e soluzioni in grado di fare davvero la differenza per i nostri clienti e per i loro clienti finali. Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito www.xerox.it

Xerox S.p.A

Julia Cozzi

Xerox S.p.A., Public Relations

Tel. 02.50989.1

E-mail:julia.cozzi@xerox.com

Per ulteriori informazioni:

Barbara Papini / Chiara Laudicina / Arianna Bonfioli

FleishmanHillard Italia

Tel. 02.318041

E-mail: barbara.papini@fleishmaneurope.com

E-mail: chiara.laudicina@fleishmaneurope.com

E-mail: arianna.bonfioli@fleishmaneurope.com

Xerox®, Xerox and Design® e ConnectKey® sono marchi registrati Xerox negli St
ati Uniti e in altri paesi.